Non lasciate morire Eluana un’altra volta

«Esattamente dieci anni fa, il 6 di febbraio del 2009, la Repubblica italiana viveva una delle sue giornate più convulse e per fortuna irripetibili»: così Enrico Mentana ha presentato mercoledì lo speciale di Bersaglio Mobile dedicato a “Eluana: una storia italiana”. Quel giorno di dieci anni fa, ricorda il giornalista prima di iniziare un lungo dialogo con Beppino Englaro, padre di Eluana, il presidente della Repubblica si rifiutava di firmare il decreto del governo Berlusconi che imponeva l’alimentazione e l’idratazione «forzosa» della giovane che «da 17 anni era costretta a un’esistenza vegetativa dopo un grave incidente. Da tempo il padre combatteva una battaglia perché venisse posto fine a quella non-vita, come lui la considerava e come lei stessa, nella vicenda che aveva riguardato un suo amico, quando lei ancora poteva parlare, aveva detto che non avrebbe mai voluto percorrere».

Per tutto lo speciale si parlerà di doppia «corsa contro il tempo», quella del parlamento e del padre, quasi nulla si dirà di cosa accadde alle ore 5,45 di quel giorno di dieci anni fa, quando l’équipe del dottor Amato De Monte sospese l’alimentazione e l’idratazione ed Eluana iniziò a morire alla clinic…

Lascia un commento