La terza via italiana descritta da Carlesi



Redatto da Oltre la Linea.

Gli studi sul fascismo non sono mai mancati, nel nostro Bel Paese come all’estero, anche se spesso viziati da ideologie avverse ben presenti nel cervello di chi scriveva con la volontà di determinare false tesi oggi sconfitte dalla vera storiografia.

D’altronde il lavoro dello storico è quello di ricerca e analisi dei fatti tramite le documentazioni e il lavoro di archivio. E poi, solo in ultima analisi, giungere alle conclusioni che tutto il lavoro precedente porta ad esporre. Sul fascismo, e su tante altre questioni, il lavoro è stato volutamente ribaltato in un’ottica di totale pregiudizio verso quello che fu, piaccia o meno, un Ventennio abbondante di storia della nostra nazione.

Tra gli studi e le pubblicazioni di parte si sono fatti man mano spazio ricercatori, docenti e studiosi che hanno ribaltato il primitivo concetto di un fascismo servo della borghesia e degli interessi dei grandi industriali. Accanto a questi studi figura, da qualche mese, il nuovo lavoro di Francesco Carlesi “La terza via italiana. Storia di un modello sociale” edito da Castelvecchi per la collana Master.

Il volume si presenta suddiviso in due parti principali che distinguono cronologicamente il modello italiano negli anni del Fascismo (dal 1922 al 1945) da quelli della Repubblica nata dalla fine del secondo conflitto mondiale (1945 fino ai giorni nostri).

Ad arricchire quello che si presenta a tutti gli effetti come una pubblicazione di carattere scientifico è una corposa appendice curata da Carlesi e Valerio Benedetti focalizzata sulle biografie di quattro giganti della nostra storia nazionale. Giuseppe Mazzini, Giovanni Gentile, Bettino Craxi (a cui Carlesi ha anche dedicato un altro suo recente lavoro) e Gaetano Rasi.

Come sottolineato anche nella prefazione del giornalista, storico e saggista Augusto Grandi il lavoro di Carlesi dimostra che la “terza via” è esistita ed ha il merito di sfatare un falso mito, quello dell’inesistenza del corporativismo italiano. Seppur sconfitta all’interno del fascismo-regime la sinistra del partito ottenne risultati concreti dalle 40 ore agli straordinari, dalle colonie per i bambini al dopolavoro per gli occupati, dalle pensioni alle casse malattie fino alla creazione del’Iri.

In definitiva, come si legge nelle conclusioni della pubblicazione, l’opposizione fascista fu triplice: insubordinazione filosofica al materialismo e al positivismo, insubordinazione politica alla democrazia al liberalismo, insubordinazione economica al liberismo e al capitalismo. In tal senso l’insubordinazione fascista fu un modello di insubordinazione totalitaria, estremamente unica e originale, che non sembra aver trovato riscontri in altri modelli apparentemente simili.

(di Luca Lezzi)

L’articolo La terza via italiana descritta da Carlesi proviene da Oltre la Linea.



Guarda l’ariticolo completo su oltrelalinea.news

13 thoughts on “La terza via italiana descritta da Carlesi

  1. Wow that was odd. I just wrote an extremely long comment but after I clicked submit
    my comment didn’t appear. Grrrr… well I’m
    not writing all that over again. Anyhow, just wanted to say fantastic blog!

  2. Hi there just wanted to give you a quick heads up.
    The words in your article seem to be running off the screen in Ie.
    I’m not sure if this is a formatting issue or something to do with
    browser compatibility but I thought I’d post to let
    you know. The style and design look great though! Hope you get the issue solved
    soon. Thanks

  3. Hmm is anyone else encountering problems with the images on this blog loading?
    I’m trying to determine if its a problem on my end or if it’s the blog.
    Any feedback would be greatly appreciated.

  4. I’m the owner of JustCBD Store company (justcbdstore.com) and I’m presently looking to broaden my wholesale side of business. I am hoping anybody at targetdomain share some guidance ! I thought that the best way to accomplish this would be to connect to vape stores and cbd stores. I was hoping if someone could suggest a trusted website where I can buy CBD Shops B2B DATA I am presently looking at creativebeartech.com, theeliquidboutique.co.uk and wowitloveithaveit.com. Not sure which one would be the very best option and would appreciate any advice on this. Or would it be easier for me to scrape my own leads? Suggestions?

  5. Hello there! I could have sworn I’ve been to this blog before
    but after browsing through some of the post I realized
    it’s new to me. Anyhow, I’m definitely delighted I found it and I’ll be bookmarking and checking back often! adreamoftrains best hosting

  6. With havin so much content do you ever run into any issues of plagorism or copyright violation?
    My website has a lot of completely unique content I’ve either written myself or outsourced but it seems a lot of it is
    popping it up all over the web without my agreement. Do you know any techniques to help stop content from
    being ripped off? I’d definitely appreciate it.

  7. I was wondering if you ever thought of changing the page layout
    of your site? Its very well written; I love what youve got to say.
    But maybe you could a little more in the way of content
    so people could connect with it better. Youve got an awful lot of text for
    only having 1 or 2 pictures. Maybe you could space it out better?

  8. I blog often and I seriously appreciate your information. The article has really peaked my interest.
    I am going to book mark your blog and keep checking for new details about once per week.
    I subscribed to your Feed as well. cheap flights 32hvAj4

  9. I’m extremely inspired along with your writing skills and also with the structure for your
    blog. Is this a paid subject matter or did you modify it your self?
    Anyway keep up the excellent quality writing, it is rare to
    peer a great blog like this one nowadays..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *