Libertà di educazione. «L’Italia è uno dei peggiori esempi in tutta Europa»


«Non è possibile modernizzare l’educazione in Europa senza l’aiuto delle scuole indipendenti. C’è una battaglia da combattere, soprattutto in Italia, dove l’ideologia che le avversa è forte». Parla così a tempi.it Rodrigo Melo, presidente dell’associazione Ecnais (Consiglio europeo delle associazioni nazionali delle scuole indipendenti).

Mentre in Italia si consuma il dibattito sulla autonomia differenziata, con toni da melodramma per ciò che riguarda la scuola, quasi si corresse il rischio di rovinare un gioiello di famiglia (mentre abbiamo a che fare con vero e proprio sistema in agonia….), in Europa si ragiona su libertà di scelta educativa, parità scolastica e rinnovamento dei sistemi di istruzione (temi a cui Tempi ha dedicato uno speciale nel numero di ottobre



Guarda l’ariticolo completo su sanctis.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *