ISIS, Inghilterra pronta a bloccare il ritorno dei foreign fighters



Redatto da Oltre la Linea.

In una rara dichiarazione pubblica, il capo del MI6 Alex Younger ha detto che i militanti ISIS di ritorno in Inghilterra hanno acquisito “capacità e collegamenti” che li renderebbero una minaccia concreta. La dichiarazione è stata rilasciata in seguito al dibattito che sta ruotando attorno alla studentessa di East London Shamima Begum, la cui famiglia ha chiesto all’Inghilterra di farla ritornare a casa dopo che è fuggita per unirsi all’ISIS nel 2015.

Il commento di Younger segue quello dell’Home Secretary Sajid Javid, il quale ha detto che impedirà alla ragazza il rientro in Inghilterra. Javid ha dichiarato che “non esiterà” a impedire alle persone che si sono unite all’ISIS di ritornare in Inghilterra.

Parlando a Monaco, Younger non ha commentato nello specifico il caso della Begum, ma ha avvertito che i miliziani dell’ISIS in rientro in Europa sono “un problema difficile ed estremamente complesso”, e che “la sicurezza pubblica sarà la prima cosa che terremo in considerazione. Siamo molto preoccupati, perché la nostra esperienza ci dice che una, volta che qualcuno si è messo in quella posizione, ha acquisito le capacità e i collegamenti che lo rendono una persona potenzialmente molto pericolosa”. Tuttavia, ha detto, i cittadini britannici hanno il diritto di ritornare in Inghilterra.

Ma il capo dell’anti-terrorismo di Scotland Yard Neil Basu ha detto che i cittadini britannici che vogliono ritornare devono aspettarsi di essere indagati, e che a coloro ai quali è permesso ritornare dovranno vivere con forti limitazioni alla loro libertà.

(da Voice of Europe)

L’articolo ISIS, Inghilterra pronta a bloccare il ritorno dei foreign fighters proviene da Oltre la Linea.



Guarda l’ariticolo completo su oltrelalinea.news

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *