Il partito comunista ha impedito a 23 milioni di cinesi di viaggiare in treno e in aereo


Il partito comunista ha impedito nel 2018 a 17,46 milioni di cinesi di acquistare biglietti aerei e a 5,47 milioni di prendere il treno ad alta velocità. Inoltre 3,59 milioni di imprese non hanno potuto candidarsi per appalti pubblici o chiedere linee di credito alle banche. La punizione è stata comminata sulla base del “Sistema di informazione sulla reputazione personale“, il più colossale tentativo mai messo in atto da un governo per controllare, valutare e sanzionare il comportamento di un popolo. Il sistema, in sperimentazione in una quarantina di città, entrerà in vigore in tutta la Cina nel 2020, come riportato il South China Morning Post.

BASTA UNA MULTA PER ROVINARSI LA VITA

L’obiettivo del nuovo strumento, spiega il governo, è «permettere alle persone affidabili di viaggiare dovunque sotto il cielo e rendere impossibile a quelle inaffidabili muovere un solo passo». Ogni cittadino vi…



Guarda l’ariticolo completo su sanctis.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *