Follia sinistra Usa: ecco di cosa accusa Donald Trump



Redatto da Oltre la Linea.

Nuovi guai per Donald Trump. I democratici della Camera vogliono mettere sotto indagine il Presidente Donald Trump per i suoi attacchi a tribunali, Dipartimento di giustizia, FBI e soprattutto ai media e giornali. La notizia è stata diffusa da Bloomberg, che cita un funzionario del Congresso americano.

Secondo il funzionario citato, i democratici vogliono accusare il Presidente Donald Trump di abuso d’ufficio per aver definito i media «nemici del popolo». Il comitato giudiziario guidato dal democratico Jerrold Nadler di New York annuncerà l’indagine nei prossimi giorni. «Il comitato studierà se tali azioni riflettono o offuscano la separazione dei poteri della Costituzione», afferma il rapporto citato da Bloomberg.

Prima delle elezioni midterm del 2018, Trump ha raddoppiato i suoi attacchi contro i media, sostenendo che erano proprio i giornalisti e gli esperti dei media che a promuovere la violenza in America.

«Molti giornalisti stanno incitando la violenza non scrivendo la verità», ha detto il Presidente Donald Trump. «Le notizie false stanno creando violenza. E sapete cosa? Le persone che supportano Trump e le persone che ci sostengono, che sono un sacco di persone, la maggior parte,  sanno quando una storia è vera, e sanno quando una storia è falsa». «Vi dirò cosa, se i media dovessero scrivere correttamente, scrivere in modo accurato e scrivere in modo corretto, ci sarebbe molta meno violenza nel paese», ha aggiunto.

Durante la conferenza stampa post elezioni di midterm, il presidente ha attaccato duramente il reporter della Cnn che gli stava facendo una domanda. Jim Acosta, che già in passato aveva avuto duri scambi verbali con Donald Trump, si è rifiutato di farsi togliere il microfono dalla stagista a cui Trump aveva chiesto di intervenire e per ritorsione la Casa Bianca gli ha ritirato l’accredito stampa.

(di Roberto Vivaldelli)

 

 

 

 

L’articolo Follia sinistra Usa: ecco di cosa accusa Donald Trump proviene da Oltre la Linea.



Guarda l’ariticolo completo su oltrelalinea.news

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *