Ogni sostegno ai patrioti africani, di Ferrara e del mondo intero [VIDEO]



Redatto da Oltre la Linea.

Contro il razzismo vero, quello del multiculturalismo, delle società ghettizzate, degli scontri etnici, delle migrazioni indotte quando non forzate di milioni di persone. Contro lo sfruttamento, la distruzione dei popoli e delle culture. Contro l’ipocrisia. Ogni sostegno ai patrioti africani, che Giorgia Meloni ha incontrato a Ferrara.

Patrioti inascoltati, come quelli di Quit Africa Now a Roma. Perché non abbastanza immigrazionisti, non abbastanza ipocriti e falsi, incapaci di strappare i cuoricini del perbenismo alla stampa mainstream.

Non disposti ad accettare traversate continentali per essere sfruttati ancora, ma ben propensi a difendere la propria casa. Che di riflesso è anche la nostra. Perché l’immigrazionismo ha deciso di distruggere entrambe, senza pietà, ma con la faccia buona del solidale.

Noi vogliamo che l’Europa torni a vivere, con i propri figli e discendenti. Vogliamo che l’Africa torni a vivere, con i propri figli e discendenti. E bando alle ipocrisie. Non lo facciamo perché siamo semplicemente “buoni”, per le autoproclamazioni etiche bastano i progressisti e il loro storto mondo immaginario. Lo facciamo perché gli interessi nostri e dei popoli africani convergono indiscutibilmente su un punto: quello della sopravvivenza.

L’antirazzismo, che è il vero razzismo, ha deciso di sterminarci tutti, lentamente ma inesorabilmente. Noi questo non lo accetteremo mai, al netto di tutte le prosopopee – smentite dai fatti – su come l’immigrazione di massa sia inarrestabile, stranamente in silenzio stampa da un annetto a questa parte.

Sarà dura, durissima smentire le fandonie che un intero sistema informativo totalitario diffonde da decenni.

Viva i patrioti, di ogni razza, provenienza e cultura! Viva le differenze! Immigrazionisti, sparite dalla scena politica il prima possibile!

(di Stelio Fergola)

L’articolo Ogni sostegno ai patrioti africani, di Ferrara e del mondo intero [VIDEO] proviene da Oltre la Linea.



Guarda l’ariticolo completo su oltrelalinea.news

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *