La terza strada tra tecnocrazia e populismo


Articolo tratto dal numero di Tempi di marzo 2019.

Il tema della crisi dell’attuale ceto dirigente è sotto gli occhi di tutti, fino a mettere in discussione la validità dei consolidati meccanismi di rappresentanza e di selezione della stessa classe dirigente e politica. Il problema è assai complesso e non paiono sufficienti le scorciatoie cosiddette “populiste”, né la semplice difesa formale dei princìpi democratici.

Nell’ultimo numero di Tempi l’amico Giancarlo Cesana ha ripreso un interessante articolo di Robert C. Koons (professore di filosofia all’Università del Texas, Austin) specificamente dedicato alla dialettica fra élite e upper class, secondo la distinzione introdotta a suo tempo dal grande poeta Thomas Stearns Eliot.

In sintesi, la cosiddetta “classe dirigente” è quella che si muove nel solco della tradizio…



Guarda l’ariticolo completo su sanctis.org

6 thoughts on “La terza strada tra tecnocrazia e populismo

  1. Excellent weblog here! Also your website a lot up very fast!
    What host are you the usage of? Can I get your associate hyperlink for your
    host? I desire my website loaded up as quickly as yours
    lol

  2. I was curious if you ever considered changing the page layout of your website?
    Its very well written; I love what youve got to say.

    But maybe you could a little more in the way of content so people could connect with it better.
    Youve got an awful lot of text for only having one or
    two pictures. Maybe you could space it out better?

  3. I do not even know the way I finished up right here, but I assumed this
    submit was great. I don’t understand who you
    might be however certainly you are going to a well-known blogger should you aren’t already.
    Cheers!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *